Roma nel piatto: Aperitivo al centro di Roma? L’antica enoteca di palazzo del Grillo ti aspetta!

Roma è la Città Eterna e questo è risaputo, l'enorme bagaglio storico e le gesta dei personaggi più influenti hanno fatto sì che in ogni piazza, strada e singola pietra, fosse presente una vasta archeologia di eventi nascosta dietro. Situato a pochi passi dall'Hotel Cosmopolita, si trova l'imponente Palazzo Del Grillo, un plesso architettonico che dal 1600 ha attraversato i sentieri della storia romana, insieme a personaggi dell'aristocrazia importanti, bizzarri e artisti di spessore mondiale.
Questo Palazzo è particolarmente noto per un inquilino molto amato, che visse fra quelle stanze burlandosi dei potenti e dei privilegiati, portato sul grande schermo da un intramontabile Alberto Sordi: stiamo parlando del Marchese Del Grillo. Abbandonarsi nella storia di questo palazzo sarà un vero piacere, potrete rivivere le gesta dei personaggi più importanti della Roma rinascimentale e apprezzare l'incredibile architettura, curata nei dettagli e lavorata con precisione nei minimi particolari. Se poi volete concedervi un vino d'annata, l'antica enoteca di Palazzo Del Grillo vi aspetta! Potrete ammirare l'archeologia del palazzo e rilassarvi con un ottimo calice godendovi il panorama.

La storia di Palazzo del Grillo
Situato nell'omonima piazza in pieno centro storico di Roma, Palazzo del Grillo rappresenta una dimora pittoresca costruita nel 1600. La struttura è costituita da un'ampia facciata, abbracciata da due avancorpi laterali. L'avancorpo di sinistra si collega alla facciata principale grazie a un sovrappasso a forma di arco, chiamato Arco dei Conti. Questo arco si erge per circa due piani, presentandosi imponente e inglobando la torre medievale antica, conservata interamente. A destra invece, l'arco si erge per tre piani.
Questa torre è comunemente chiamata anche Torre della Miliziola, in questo modo la si distingue dalla più grande e vicina Torre delle Milizie. Quest'ultima è stata edificata nell'anno 1223. In principio fu una proprietà della famiglia Carboni, successivamente della famiglia Conti, fino al 1675 quanto è stata acquistata dalla famiglia Del Grillo, la quale apportò delle modifiche ristrutturando il palazzo nel suo contesto, con l'aggiunta dell'originale coronamento a beccatelli, come si può leggere nell'epigrafe commemorativa: Ex Marchione De Grillis.

L'architettura del Palazzo Del Grillo: cosa vedere?
Entrambi i corpi presentano sulle finestre decorazioni con fregi e volute, ma anche teste di leone e conchiglie, delineando un'opulenza stilistica sobria ed elegante. Il portale in stile barocco s'impone per la sua magnificenza e rappresenta un'entrata importante. Si trova al numero civico 5 della piazza e presenta numerose decorazioni quali una doppia conchiglia, dominata da una protome leonina. Da qui partono due festoni a cui si può accedere tramite un piccolo vestibolo e successivamente ad uno scalone più lungo, che conduce al giardino molto accogliente ma ricco di ninfei di stucco e fontane.
La fontana a ridosso del muro è costituita da una nicchia a forma di conchiglia con raffigurate due erme che sostengono dei vasi di frutta. Questa opera risale al 1676 ed appartiene a Balthasar Permoser. Facendo una passeggiata in giardino potrete scorgere lo splendido portale con le sue quattro colonne e ammirare le statue di Mercurio e Minerva, mentre sul timpano spezzato vengono rapresentati una figura femminile e un putto che sorreggono un bassorilievo. Gli interni sono davvero imponenti e molto curati nei dettagli, numerose sale con affreschi sulle soffitte, una galleria con decorazioni a stucco e una cappella, rappresentano l'itinerario classico per la scoperta di questo strabiliante palazzo. Nel XIX divenne proprietà della famiglia Nicolis de Robilant fino al secondo dopoguerra, quando divenne lo studio di lavoro del grandissimo Renato Guttuso (pittore).

Cinematografia e leggende popolari: ma il Marchese del Grillo è mai esistito?
Nonostante il palazzo abbia cambiato diversi proprietari e inquilini, rimane simbolicamente legato nella cultura romana per il famoso Marchese Del Grillo, la cui storia è stata ripresa anche da Alberto Sordi nel film omonimo che ha fatto scuola nel cinema. Le notizie però non sono poi così precise, giunte sino a noi perché sono state tramandate ma senza aver mai citato il nome preciso, né data di nascita e neppure sotto quale papato il bizzarro Marchese sia passato a miglior vita.
Nonostante la figura del Marchese del Grillo permane incanalata in un'approssimazione misteriosa, quasi mistica, sappiamo con certezza che si sollazzava a sconvolgere il quieto vivere della Roma rinasimeentle, divertendosi con le sue beffe, indirizzate ai danni dei potenti, superbi, gente privilegiata, ma anche verso gli ebrei, come narra la clamorosa quanto leggendaria antipatia del Marchese del Grillo nei confronti de "li giudei", come amava apostrofarli per schernirli.
Questo personaggio così controverso che dall'alto della sua opulenza e ricchezza, ne combinava di cotte e di crude, architettando scherzi con elegante arte ironica contro ogni regola: è davvero esistito? O potrebbe trattarsi di una semplice leggenda?
Dal libro Storia delle famiglie romane del Bertini e seguendo le tracce dell'Archivio Capitolino, si è ricondotta l'esistenza di due casate dei Del Grillo che sono vissute nel periodo fra il Seicento e l'Ottocento. Con sicurezza si afferma che la tomba di famiglia è situata nella chiesa di S.Giovanni dei Fiorentini. Questi dati sono sicuri in quanto esistono prove scritte lasciate da cronisti dell'epoca.
Giovagnoli ha una visione molto interessante e soprattutto affidabile della questione, in quanto afferma che nonostante non si sia riuscita ad apprendere, dopo numerose ricerche, la data precisa di nascita, i testi dei cronisti e i racconti dei suoi discendenti narrano che è stato un personaggio storico, appartenente alla cultura romana, esistito realmente e non solo. Le avventure e tutti gli scherzi bizzarri fanno parte oltre che della leggenda popolare, anche delle cronache del periodo in cui visse sono realmente accadute. Per poter ammirare questo incantevole Palazzo e ascoltare le leggende del famosissimo Marchese Del Grillo, vi basterà soggiornare al Cosmopolita Hotel, situato a pochissimi passi dal palazzo, nel cuore di Roma, vicino al Colosseo e Piazza Venezia. Potrete passeggiare per i Fori Imperiali e poi concedervi la visita al Palazzo, senza dimenticarvi di degustare gli ottimi vini, dell'antica enoteca.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Cosmopolita, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

Prenota ora

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO