Visitare Roma: uno spettacolo senza intervalli

Visitare Roma significa immergersi in una città senza tempo, dove in ogni angolo si incontra un pezzo di storia che racconta di questo luogo, del suo passato e del suo presente. La Città Eterna è un vero e proprio museo a cielo aperto, è una scoperta continua e non basterebbe un anno per conoscerla in ogni suo aspetto e sfumatura. Non è una delle città più grandi del mondo ma è senz'altro una delle più complesse: Roma è abitata fin dalla notte dei tempi, si accompagna a storie e leggende che si perdono nel mito e non vi resta che lasciarvi trasportare da questa città, dove perdersi non è mai un errore.

Visitare Roma antica, i monumenti più noti e quelli nascosti
Visitare Roma è un viaggio nel viaggio. Bisogna scegliere i percorsi, individuare le zone ma mai fare un programma specifico. Partendo dal Colosseo, per esempio, intorno si apre un mondo fantastico che dev'essere esplorato in tutta la sua bellezza. Simbolo di Roma in tutto il mondo, il Colosseo è noto anche come Anfiteatro Flavio. In pochi sanno che si tratta dell'anfiteatro più grande del mondo ed è la più imponente testimonianza dell'antica Roma che sia giunta fino a noi. Le visite al suo interno sono previste tutti i giorni con l'accompagnamento di una guida ma anche dall'esterno il Colosseo ha il suo fascino, soprattutto guardandolo da via dei Fori Imperiali, una delle strade più famose del mondo per la sua bellezza.
E' un'opera recente, risale al ventennio fascista, ma ai suoi lati si possono ammirare i resti dei quattro Fori, che potete riconoscere grazie alle copie delle originali statue degli imperatori eponimi. Di tutti, il più grande è il Foro di Traiano, che è anche quello più monumentale: è il secondo sulla destra provenendo dal Colosseo, dopo quello di Augusto. Quasi senza soluzione di continuità, uscendo da via dei Fori Imperiali direzione Colosseo si raggiunge il Circo Massimo, un'immensa struttura che risale quasi alla fondazione della città, dove si svolgevano le corse dei cavalli. E' lungo 600 metri e largo 140, ed è la costruzione più grande, interamente dedicata agli spettacoli, che sia mai stata costruita dall'uomo. Secondo la tradizione, qui Romolo avrebbe indetto i primi giochi in onore del Dio Consus.
Questo non è l'unico circo dell'Antica Roma ma è il più antico e grande, il solo collocato all'interno delle Mura aureliane. Un altro, per esempio, si trova lungo l'Appia Antica: è il Circo di Massenzio, al terzo miglio della via, che pare non sia nemmeno stato mai utilizzato per la morte prematura dell'imperatore Massenzio a opera di Costantino I durante la battaglia di Ponte Milvio. Dal Circo Massimo, poi, sono ben visibili i resti dei palazzi imperiali costruiti sul Palatino, uno dei sette colli di Roma, pare quello dove ebbe origine la città. Recenti scavi hanno portato alla luce resti di abitazioni risalenti all'anno 1000 a.C. Il Palatino è stato fondamentale in epoca imperiale: qui scelse di vivere l'imperatore Augusto, la cui casa la potete ammirare sul lato sud-ovest del colle. Lui è stato solo il primo imperatore a eleggere il Palatino come sua residenza, più che altro per un fattore nostalgico visto che lì era nato, ma dopo di lui anche altri scelsero questa parte di Roma per edificare i loro palazzi: Tiberio, Nerone, Settimio Severo e la dinastia dei Flavi fecero qui realizzare delle ville monumentali, tanto che il colle divenne quasi un unico complesso imperiale, un susseguirsi di giardini e palazzi sontuosi. Da questo colle deriva il nome comune 'palazzo', dal latino Palatium, che era il nome del colle. Alle spalle del Circo Massimo, da questo diviso dal Colle Celio, sorgono le Terme di Caracalla, un altro complesso monumentale sul piccolo Aventino, all'inizio della via Appia.

Visitare Roma: i luoghi nascosti
I monumenti dell'Antica Roma sono pressoché noti a tutti, questi sono solo alcuni di quelli che si possono ammirare se si sceglie di visitare Roma, che in realtà è un vero museo sconfinato. Tuttavia, fortunatamente esistono anche alcuni aspetti di Roma non conosciuti a tutti, dei piccoli segreti celati nel cuore della città,spesso circondati da un affascinante alone di mistero. Tra gli angoli più suggestivi e meno conosciuti di Roma c'è Clivo di Scauro, che potete raggiungere a piedi dal Circo Massimo.
E' una salita che conduce sul colle Celio. E' un'antica strada che nel corso dei millenni non ha mai cambiato il suo volto: risale al periodo imperiale probabilmente al I secolo a.C. e in età medioevale è stata restaurata senza modificarne l'architettura. Gli archi in laterizio, infatti, che ancora adornano il tratto iniziale, fanno parte del complesso delle Case romane del Celio, meno note rispetto ai palazzi imperiali del Palatino, ma di altrettanta bellezza. Pare che qui abbiano abitato i Santi Giovanni e Paolo, a cui è dedicata la chiesa posta in cima al colle.
Continuando la passeggiata nel cuore di Roma, merita un passaggio il Vicolo della Spada d'Orlando: un nome curioso per una strada, che però ha un significato ben preciso. Ci sono due leggende collegate al tronco di una colonna spezzata ed entrambe si fanno risalire alla mitica spada Durlindana dell'Orlando Furioso. In realtà non si sa se la colonna sia stata spezzata proprio dal paladino di Carlo Magno, ma quel che è ben evidente è il taglio netto sopra di essa. Questa colonna è probabilmente quel che resta del Tempio di Matidia, fatto costruire da Adriano nel 119 d.C.
Ma se Roma, sulla sua superficie, è un susseguirsi di emozioni e di scoperte, altrettanto si può dire del suo sottosuolo. Sono tantissimi i percorsi che vorrete attraversare durante la visita alla Città Eterna. Quel che vediamo oggi è spesso il risultato di stratificazioni che si sono compiute nel corso dei secoli e dei millenni, ma al di sotto di Roma c'è un'altra città, ci sono i resti di antiche strade ed edifici che scavi archeologici frequentemente riportano alla luce. Un esempio è la nuovissima stazione della metropolitana di San Giovanni, inglobata all'interno di antiche costruzioni che sono state preservate e protette, trasformando la stazione quasi in un museo. Sotto tutta Roma, poi, ci sono gli ipogei, come quello di Via Livenza, o il colombario di Pomponio Hylas, passando per l'Auditorium di Mecenate, del I sec. a.C. Tutti questi luoghi e moltissimi altri sono facilmente raggiungibili dall'Hotel Cosmopolita nel cuore di Roma, un luogo d'elite, dove trovare il relax necessario a due passi dalle principali attrazioni della Città Eterna.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Cosmopolita, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

Prenota ora

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO